Entra a far parte della nostra community Telegram e ricevi subito uno sconto di 5€! 🍀

Withania, il Ginseng indiano: una pianta, mille risorse

Erika GomieroWithania, il Ginseng indiano: una pianta, mille risorse

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Ed eccoci a parlare di una pianta che mi affascina, a partire dai sui mille nomi:

Withania somnifera, Physalis somnifera, Ginseng indiano, Ashwagandha, Ciliegia d'inverno, Uva spina velenosa, Punir, insomma, di nomi ne ha davvero tanti, e di caratteristiche utili e interessanti anche.

Ha caratteristiche che sembrano a volte quasi opposte tra loro, ma che si combinano in modo armonioso e creano una realtà unica nel suo genere.

E’ definita Ginseng indiano o ginseng della medicina ayurvedica in quanto viene utilizzata in questa millenaria medicina tradizionale indiana.

Il frutto ha un aspetto molto particolare: è sferico e rosso aranciato, avvolto da una capsula leggerissima, che assomiglia ad una lanterna cinese.

Originaria delle regioni secche dell'India, dell'Africa settentrionale e del Medio Oriente oggi è coltivata anche in climi più miti, soprattutto in Sicilia e Sardegna.

Storicamente la pianta è stata utilizzata come afrodisiaco, tonico per il fegato, antinfiammatorio, astringente.

Veniva prescritta come ricostituente in convalescenza, per il recupero psicofisico.

La proprietà che mi ha più colpito di questa pianta è quella di essere un tonico e allo stesso tempo un valido aiuto contro l’ansia, due caratteristiche che sembrano opposte fra loro.

Spesso quando si consiglia ad una persona una pianta o un prodotto che sostenga l’energia, magari in un periodo stressante e impegnativo, ci si trova a fare i conti con l’ansia e la tachicardia, sintomi che purtroppo nel nostro tempo sono molto diffusi e tanti energetici si ritrovano ad accentuare a causa magari del contenuto di caffeina, ginseng, guaranà, cola o altri eccitanti. 

La Withania invece è un adattogeno

Cosa significa adattogeno?

Significa che ha la capacità di aiutare l’organismo ad essere più efficiente contro lo stress, di qualsiasi natura, perciò se siamo troppo eccitati ci rilassa, se siamo giù di tono ci dà energia, ci riporta insomma in equilibrio e riduce l’impatto negativo di ogni tipo di stress, sia esso fisico, mentale, dato da emozioni negative, da stili di vita scorretti, da inquinamento, malattie, infiammazioni, ecc.

Svolge un'azione antinfiammatoria e analgesica, senza avere effetti negativi sulle mucose dello stomaco, per cui può essere utilizzata per contrastare infiammazioni e dolori articolari, artrite e reumatismi in genere, anche in presenza di infiammazioni gastriche o reflusso gastroesofageo.

Dalle radici della Withania somnifera sono stati isolati una serie di lattoni steroidei detti withanolidi, alcuni alcaloidi. Agisce su molteplici distretti dell’organismo ed in particolare è molto attiva sul sistema nervoso, sull’apparato muscolare e respiratorio. Questa pianta presenta importanti attività antinfiammatorie ed analgesiche; ha un’azione simile al cortisone e viene utilizzata anche per le infiammazioni croniche.

Anche per oggi vi saluto con l’augurio di riscoprire sempre di più la Natura e i suoi doni.

Erika

Prodotti correlati

condividi

Articoli correlati

Lettura del piede e nutrizione disintossicante secondo la medicina tradizionale cinese

La Medicina Tradizionale Cinese è la disciplina a cui Malaikacuorenatura.it si ispira quotidianamente e su cui basa il proprio metodo: darvi il rimedio adatto identificando la VERA CAUSA del disturbo. PREVENZIONE: “prima che accada” … cosa posso fare? Il trattamento di Riflessologia, la lettura del piede, è la manifestazione dello stato di equilibrio di organi e visceri, da abbinare sempre a una buona alimentazione e alla depurazione.

leggi tutto l'articolo
Oli essenziali, pura essenza: azione sull’umore

Cos’è che da profumo alle piante? Quale componente dona ad ogni frutto il suo aroma, ad ogni fiore la sua caratteristica fragranza?
Proprio loro, gli oli essenziali!
Più un olio essenziale è presente in quantità, più si sprigiona il profumo e meno materiale serve per produrlo (da questo dipende poi il loro costo finale).
Alla pianta l’olio essenziale serve per attrarre o respingere insetti o animali, per i processi vitali della pianta e come difesa dalle malattie. Esso può essere contenuto in varie parti della pianta: nel frutto, nei semi, nelle radici, nei fiori, nella corteccia…

leggi tutto l'articolo
Ritorniamo alla Terra, incontriamo la Natura

Buongiorno a tutti, sono Erika e nel mio percorso ho studiato Naturopatia.
Ho deciso di scrivere degli articoli per parlarvi di argomenti utili al nostro Ben-essere, per darvi degli spunti su vari temi che riguardano il mondo naturale. vi presenterò elementi naturali o accorgimenti utili, ma vi ricordo che nulla di quello che facciamo per il nostro star bene ha senso e sarà efficace se non viene pensato in relazione all’intero universo-uomo che giorno per giorno nutriamo e curiamo con cibo, aria, acqua, pensieri ed azioni.

leggi tutto l'articolo
6 regole per ritrovare il vero benessere

Come vi dicevo all’inizio di questo nostro discorrere sulla natura, il punto fondamentale del prendersi cura di se in modo naturale è la visione olistica (completa) della persona.

Il modo per ritrovare il benessere è diverso e deve essere studiato su ogni singola persona, ma ci sono delle indicazioni generali che valgono per tutti e che possono essere i primi passi per prenderci cura di noi.

leggi tutto l'articolo
Le allergie e il ribes nero

Come sempre in primavera ecco ricomparire le nostre allergie, la natura è in fase di rinascita, pollini, in volo, erba che cresce, giornate passate all’aperto ed eccoci con dei super raffreddori, occhi gonfi e naso che cola…come mai il nostro corpo reagisce così? 

leggi tutto l'articolo